Charles Dickens – Sogno italiano

Nella luce rossa del tramonto, una solitaria striscia d’acqua appena increspata dal vento della sera. Lungo le rive del ruscello, alcuni alberi. In primo piano, delle giovani contadine silenziose, appoggiate al parapetto di un ponticello, intente a guardare ora su, verso il cielo, ora giù, nell’acqua; in lontananza, il suono grave di una campana. L’ombra della notte stava per avvolgere tutto. Non credo potrò mai dimenticare quel momento, reso ancor più intenso dal ricordo di altre scene simili nel passato.

Nel 1844 Dickens arriva in Italia, terra ai suoi occhi esotica e minacciosa. Una volta rientrato a Londra, recupera le lettere inviate agli amici durante il viaggio e ne ricava Pictures of Italy, uscito nel 1846. Raccolte qui, insieme all’introduzione originale, le sue impressioni lungo la via Emilia, a Piacenza, Parma, Modena e Bologna, tra palazzi fatiscenti, mute rovine e grottesche, fugaci comparse. Infine, lasciata una Ferrara così deserta da apparire quasi spettrale, lo scrittore si immerge nelle acque oniriche di “un sogno italiano”: Venezia.

Charles Dickens, pseudonimo di Charles John Huffam Dickens, è considerato uno dei più importanti scrittori di tutti i tempi, nonché uno dei più popolari ed amati. Nel corso della sua vita si cimenta anche come giornalista e reporter di viaggio, e nei suoi romanzi ama spaziare tra generi, passando dalle prove umoristiche (Il Circolo Pickwick), alla denuncia sociale (Oliver Twist, David Copperfield, Tempi difficili). Dipinge così un vivido affresco della società vittoriana di fine Ottocento.

TRADUZIONE DI CRISTINA COLLA
COLLANA: LE MATITE
ISBN 978-88-7364-667-9
PREZZO € 10,00