Filippo Tommaso Marinetti – Contro la pastasciutta

È 1930 quando Filippo Tommaso Marinetti dichiara guerra alla pastasciutta, “alimento amidaceo” colpevole di provocare negli ignari consumatori “fiacchezza, pessimismo, inattività nostalgica e neutralismo”. Tanto celebre quanto impopolare, la battaglia dei Futuristi contro uno degli alimenti-simbolo della cucina italiana si accompagna all’abolizione di coltello e forchetta, dei condimenti tradizionali, del peso nelle ricette e dei discorsi politici a tavola. Tra “bocconi simultaneisti e cangianti”, musiche, poesie, profumi e altre follie, raccolti qui tutti i “pranzi futuristi determinanti” completi di “formulario futurista per ristoranti e quisibeve”.

Filippo Tommaso Marinetti è stato poeta, scrittore e drammaturgo. Nel 1909 lancia il Manifesto del Movimento Futurista, dando vita alla prima Avanguardia storica italiana del Novecento.

COLLANA: SAGGISTICA / CLASSICI
ISBN 978-88-7364-659-4
PREZZO € 10,00