Francis Scott Fitzgerald – L’ultima volta che vidi Parigi

Chiese al tassista di proseguire verso l’Avenue de l’Opéra, anche se non era sulla strada. Voleva rivedere il blu del crepuscolo riversarsi sulla magnifica facciata, e immaginare che i clacson fossero le trombe del Secondo Impero. Stavano abbassando la saracinesca della libreria di Brentano e la gente era già a cena dietro la bassa e ordinata siepe borghese del Duval. Lì a Parigi non aveva mai mangiato in un ristorante davvero economico. Per qualche strana ragione rimpianse di non averlo fatto.

Raccolti sotto il titolo del film nato da un soggetto per il cinema dello stesso Fitzgerald, due racconti che descrivono la Parigi del grande scrittore. Il primo, Babilonia rivisitata, è l’amaro ritorno nella città degli eccessi passati, che spogliati dalla follia dei sogni lasciano il passo a un brusco risveglio. Il secondo, Notizie da Parigi, quindici anni fa fotografa invece la fragile leggerezza di quegli anni: una manciata di pagine per raccontare la giostra d’incontri e lo spensierato vagare nella Parigi dei primi anni Venti.

Francis Scott Fitzgerald è considerato uno dei maggiori scrittori americani del Novecento. Negli anni Venti diventa portavoce della sua generazione, tra gli eccessi sfolgoranti dell’Età del jazz. Al successo seguono tuttavia anni d’inesorabile declino, aggravato dai guai della drammatica vicenda personale. Suoi, capolavori come Il grande Gatsby e Tenera è la notte, ma anche una vastissima produzione di racconti che fissano sulla pagina i sogni e le disillusioni di un’epoca intera.

TRADUZIONE DI CECILIA MUTTI
COLLANA: LE MATITE
ISBN 978-88-7364-648-8
PREZZO € 10,00