Thomas Hardy – Un uomo cambiato

Quelle passeggiate a sud  della valle per farle visita erano tra le più felici esperienze della sua vita. Le foglie gialle che cadevano al suolo intorno a lui, i prati intrisi d’acqua alla sua sinistra, e la donna che amava che lo attendeva sullo sfondo della scena gli facevano presagire un futuro di serenità. Una volta arrivato alla casa, si sedeva con lei nell’antico salotto. Prima che la sera scendesse, se ne stavano mano nella mano, guardando fuori dalla finestra oltre il liscio tappeto erboso, fino alla macchia scura di alberi.

Hardy sosteneva che un bravo scrittore dovesse saper rendere grandiosa la vicenda di un essere umano qualunque. A dimostrazione della sua teoria, questi due magistrali racconti fanno di un nonnulla la struggente avventura di una vita. Affascinanti microcosmi narrativi ambientati nell’immaginario Wessex, hanno tutta l’aria di essere canovacci d’intreccio per lo sviluppo di più estesi romanzi, tra paesaggi rurali, tradizioni campestri, e personaggi annichiliti di fronte agli scherzi di un destino ostile e crudele.

Thomas Hardy (1840-1928) è stato un noto poeta e scrittore britannico. Nato e cresciuto nel Dorset, che diventerà il “Wessex” dei suoi romanzi e racconti, abbandona la professione di architetto per dedicarsi alla letteratura. Le sue opere anticipano il pessimismo del primo Novecento, dipingendo vite tragiche, travolte da un destino crudele, con una tecnica narrativa che alterna improvvise messe a fuoco con rapide dissolvenze. Tra i suoi romanzi più celebri, Via dalla pazza folla, Tess dei d’Ubervilles e Jude l’Oscuro.

TRADUZIONE DI CRISTINA COLLA
COLLANA: LE MATITE
ISBN 978-88-7364-570-2
PREZZO € 10,00