Charles Dickens – L’Agrifoglio

Così mi sentii in tutto e per tutto avvolto dall’atmosfera del Natale, fino a che non arrivai a Blackheath, e poi scesi camminando lungo il meraviglioso viale di nodosi alberi secolari a Greenwich Park, e m’incamminai procedendo attraverso i vapori delle nebbie sempre più verso le luci di Londra. Brillavano scintillanti, ma non tanto intensamente quanto il fuoco, e i volti luminosi raccolti attorno ad esso per celebrare il giorno di Natale.

L’Household Words era un settimanale per famiglie fondato e diretto da Charles Dickens. Uscito tra il 1850 e il 1859 prevedeva, ogni anno, un supplemento natalizio, scritto in tono deliberatamente gioioso e vivace: ogni cosa, anche banale, doveva essere resa più comica di quanto fosse in realtà e nulla doveva irritare, turbare o annoiare il pubblico di lettori. In particolare, il racconto che dà il titolo a questo libro è stato pubblicato nel 1855; lo precede Sette poveri viandanti, uscito l’anno prima.

Charles Dickens, pseudonimo di Charles John Huffam Dickens, è considerato uno dei più importanti scrittori di tutti i tempi, nonché uno dei più popolari ed amati. Nel corso della sua vita si cimenta anche come giornalista e reporter di viaggio, e nei suoi romanzi ama spaziare tra generi, passando dalle prove umoristiche (Il Circolo Pickwick), alla denuncia sociale (Oliver Twist, David Copperfield, Tempi difficili). Dipinge così un vivido affresco della società vittoriana di fine Ottocento.

TRADUZIONE DI CRISTINA COLLA
COLLANA: LE MATITE
ISBN 978-88-7364-550-4
PREZZO € 9,50