H.P. Lovecraft – La maschera di Innsmouth

Per quanto riguardava la gente di Innsmouth, il ragazzo non sapeva davvero cosa pensarne. Erano furtivi e si mostravano in giro raramente, come animali che vivono sottoterra, ed era difficile capire cosa facessero durante tutto il tempo che non trascorrevano pescando, attività che svolgevano saltuariamente… Sembravano molto uniti fra loro, come legati in una sorta di confraternita che aveva accesso a sfere dell’esistenza migliori e disprezzava il resto del mondo. Il loro aspetto, specialmente quegli occhi sporgenti che sembravano non chiudersi mai, era già di per sé ripugnante, e le loro voci avevano un suono disgustoso.

Misteriosa località all’apparenza abbandonata, centro di oscuri rituali esoterici, la cittadina portuale di Innsmouth, New England, sembra ormai scomparsa dalle mappe. Un giovane viaggiatore ci finisce per caso e mentre cerca informazioni della storia locale, gli capita di ascoltare il lungo e delirante racconto di un marinaio ubriaco, Zadok Allen, che gli narra di demoniache creature degli abissi arrivate da mari lontani. Uscito nel 1936, The Shadow Over Innsmouth è considerato uno dei migliori racconti del terrore di Lovecraft e riprende un suo incubo ricorrente, ovvero la metamorfosi della forma umana, in un’inquietante variante al mito di Cthulhu.

Howard P. Lovecraft (1890-1937) è stato scrittore, poeta, critico letterario e saggista. Considerato il padre della letteratura horror, è stato anche un pioniere del genere della fantascienza. Autore di numerosi capolavori, come Dagon, Il richiamo di Cthulhu, Il caso di Charles Dexter Ward e La maschera di Innsmouth, viene pienamente compreso ed apprezzato solo dopo la sua morte. Oggi è lo scrittore di letteratura d’orrore più citato e imitato al mondo e dalle sue creazioni si è generata una vera e propria corrente chiamata, con un termine da lui stesso coniato, weird literature.

TRADUZIONE DI SILVIA LUMACA
COLLANA: LE MATITE

ISBN 978-88-7364-699-0
PREZZO € 13,00